Pagina SondaggiSondaggi  Spetatcoli e CinemaAppuntamenti  Numeri UtiliNotizie Utili   Prima Pagina dell'Unione MonregalesePrima Pagina
   
Tel. 0172.636033 - Fax 0172.61265 - mail
     

Redazione ed Informazioni

Pagina per la visualizzazione degli Articoli
25-10-2011 Centallo
 
Assalto alla filiale di Centallo della Bre banca
Hanno sfondato con una ruspa la vetrina della Banca regionale europea, caricato il bancomat su un furgone e sono fuggiti nella notte. È accaduto venerdì intorno alle 4, in piazza Vittorio Emanuele.
Il bottino è di circa 7.000 euro; i banditi non hanno fatto in tempo a portar via anche la cassa continua, che è rimasta sul marciapiede, già fasciata con una corda per essere raccolta dall’escavatore. Temevano l’intervento dei carabinieri che - avvisati dai vicini di casa (la filiale centallese della Bre ha sede al piano terra di un condominio) - sono arrivati subito dopo.
La pattuglia era di ritorno da una cascina di Sagnassi, dove era dovuta intervenire per quella che - con il senno di poi - sembra una manovra di depistaggio messa in atto dai malviventi. Verso le 3,20, infatti, un’auto aveva sfondato il cancello automatico di Cascina Germagnana, era entrata nel cortile e aveva tamponato la C3 dei proprietari per poi dileguarsi nella campagna. I carabinieri, allertati dal titolare, si erano recati sul posto e, mentre effettuavano il sopralluogo, avevano ricevuto la segnalazione del furto. Immediatamente ripartiti verso Centallo, lungo il tragitto che li riportava in paese sono stati bloccati da un’altra auto, senza conducente, messa di traverso sulla strada: un escamotage che ha consentito ai banditi di guadagnare un po’ di tempo.
“Ho sentito un gran rumore, credevo fosse un terremoto - dice uno degli abitanti del condominio di piazza Vittorio Emanuele -. Mi sono affacciato al balcone e ho visto l’escavatore che stava sfondando la vetrina. Sulla draga c’era un uomo incappucciato. Mi è sembrato ce ne fossero altri due. In vita mia non mi sono mai spaventato tanto”.
La Bre ha aperto regolarmente il lunedì mattina, giorno di mercato. “Nella giornata di sabato - spiega il direttore di filiale - abbiamo sigillato la vetrina con una copertura in alluminio rinforzata in acciaio. Oggi (lunedì - ndr) i muratori sono al lavoro per risistemare il rivestimento in marmo danneggiato dalla ruspa”.
Le modalità utilizzate per il colpo hanno suscitato grande impressione negli abitanti di Centallo, che non ricordano - a memoria d’uomo - episodi di portata analoga. “L’impatto emotivo sulla popolazione è stato forte. Buttare giù una parete con una ruspa, nel centro del paese, non è certo una cosa normale - dice il sindaco Antonio Panero -. Confido che gli investigatori riescano a risalire agli esecutori per dare fiducia e certezza ai cittadini”.
L’assalto ai bancomat è una “prima assoluta” per Centallo, ma non per la provincia Granda. Dall’inizio dell’anno, infatti, sono già stati registrati undici colpi del genere. In alcuni casi i malviventi hanno utilizzato mezzi meccanici (prima di Centallo era accaduto a Genola, anche qui alla Bre, l’8 di ottobre). In altri, hanno fatto esplodere il bancomat saturandolo con il gas, com’è accaduto a Carrù, Pollenzo e Bandito di Bra, Caramagna, Roccavione, Barge, Pocapaglia, Roddi e Priocca.
FABRIZIO BONARDO



Indietro / Home


17-12-2013
Allarme furti: a Centallo i cittadini segnalano sul web persone e auto sospette
16-10-2013
Centallo: entrano in canonica e rubano le monete delle collette in chiesa
27-08-2013
Agricoltura in ginocchio a Centallo
17-04-2013
Ladri in azione in Regione Crosia e a Roata Chiusani
17-04-2013
Ragazza riconosce il ladro che finisce in carcere
18-01-2013
Trasporto illecito di ferro denunciate 86 persone
21-12-2012
Percossero selvaggiamente un anziano Per non pagare si sono resi nullatenenti
       Argomento:
   
       Località:
   

Invia      

  Home | Mail Redazione | Segnalazione Problemi | Credits  . . . . .
Versione Web de "La Fedeltà", Settimanale Cattolico Fossanese, direttore responsabile don Corrado Avagnina, Piazza Vittorio Veneto, 12 - 12045 FOSSANO - Tel. 0172.636033 - Fax 0172.61265 - mail lafedelta@lafedelta.it .