Arriva Nergy, il baby-kiwi

Viene coltivato in Italia grazie all’Organizzazione di prodotto “Ortofruit”, che ha sede a Lagnasco; è resistente alla batteriosi, energetico e nutriente; si mangia con la buccia

Il baby-kiwi Nergi arriva in Italia grazie all’accordo con l’Organizzazione di prodotto Ortofruit, l’operatore commerciale selezionato dalla società francese Sofruile. Dolce e gustoso come un kiwi, pratico come uno snack, naturale, multivitaminico ed energetico: pare che questo nuovo frutto disponga di tutte queste qualità. “Nergi è il frutto della convivialità - ha spiegato il presidente della società francese durante la conferenza stampa sul nuovo prodotto -; verrà presentato in vaschette da 125 gr proprio per alimentare una condivisione di gusto in famigli, o  tra amici, come pure un salutare snack-and-go per chi lavora in ufficio o viaggia”.

 “Oltre che di energia - dice Domenico Paschetta presidente dell’Op Ortofruit - Nergi diventa oggi un simbolo di nuova sinergia nell’ambito dell’economia legata alla terra dove, attorno alle aziende agricole, si sta creando un progetto di filiera con l’obiettivo di coinvolgere tutti  i soggetti interessati: dalle istituzioni, alle Organizzazioni di produttori, alla distribuzione, alle banche, al mondo della formazione, della ricerca, della sanità, della ristorazione, del turismo. Ciò che fino a ieri era l’indotto, oggi diventa filiera”.