Batte forte il cuore alpino di Sant’Albano

Festeggiato in grande stile il 50° anniversario del Gruppo Alpini locale

Si è appena conclusa la serie delle manifestazioni che hanno coinvolto Sant’Albano in occasione dei festeggiamenti relativi al 50° anniversario di fondazione del Gruppo alpini e della celebrazione della tradizionale, annuale, Adunata della sezione di Mondovì.

Una manifestazione imponente, sentita e fortemente emozionante che per tre giorni ha parlato a tutto il paese dello spirito alpino, della responsabilità, della sobrietà e del forte senso del dovere che ha portato gli alpini, in guerra a essere protagonisti di inenarrabili sofferenze e in pace testimoni di servizi, a favore della comunità.

Tanti i linguaggi presi in prestito per rendere onore agli alpini: dal canto, alle letture, dall'alzabandiera e l'onore ai caduti, alla consegna degli attestati di benemerenza al reduce di Russia Giuseppe Audetto, ai soci e a tutti coloro che hanno collaborato con il Gruppo alpini nei suoi primi 50 anni di vita. 

Non si possono raccontare tutte le emozioni che si sono vissute, la commozione di ritrovarsi dopo cinquant’anni, il dovere di ricordare tutti coloro che non sono più tornati dai campi di battaglia. Sentimenti che con grande generosità gli alpini hanno condiviso con tutta la città. E Sant'Albano attenta e sensibile a queste tematiche ha risposto scendendo numerosa in piazza.

La cronaca sul numero de La Fedeltà in edicola mercoledì 24 settembre