Il Porro d’oro all’uomo dal “palato d’oro”

Il riconoscimento della Fiera sarà consegnato a Edorardo Raspelli sabato 8 novembre nell'ambito della cerimonia di inaugurazione   

Uno degli eventi più attesi e importanti della Fiera è sicuramente la consegna del premio “Porro d’oro”. Il massimo riconoscimento, istituito dal Comune di Cervere nel 1984, sarà consegnato nell’ambito della cerimonia di inaugurazione della Fiera del porro, in programma sabato 8 novembre alle 16 presso la struttura allestita in via IV Novembre.

Quest’anno il premio va ad Edoardo Raspelli, noto critico gastronomico, già testimonial d’eccezione nella passata edizione della Fiera e che, in più occasioni, ha dimostrato di essere molto vicino alla comunità cerverese citando più volte nei suoi numerosi articoli le indubbie qualità del porro in cucina. Lo spirito del “Porro d’oro” è appunto quello di sottolineare i meriti di personalità, associazioni ed istituzioni operanti in diversi ambiti, che si siano distinte per il loro impegno, la loro operosità, l’innovazione e la tutela delle tradizioni, mettendo le proprie capacità al servizio non solo delle comunità locali ma anche di quelle provinciali, regionali e nazionali. Edoardo Raspelli risponde indubbiamente a questo profilo collocandosi a pieno titolo tra i meritevoli di questo riconoscimento. A consegnare l’«ortaggio dorato» sarà il sindaco di Cervere Corrado Marchisio, affiancato dai presidenti delle altre realtà coinvolte nella manifestazione: il Consorzio per la valorizzazione e tutela del Porro Cervere, la Pro loco Amici di Cervere e il Col (Comitato organizzatore locale). 

Speciale "Fiera del porro" su "La Fedeltà" in edicola mercoledì 5 novembre