Un album di figurine per raccontare il Pedibus di Genola

Ogni giorno da piazza Tapparelli e piazza Europa partono circa una cinquantina di ragazzi. I volontari del Pedibus sono trenta 

Da generazioni i ragazzi si appassionano alla raccolta delle figurine. Si acquistano uno ad uno i pacchetti, si scambiano le immagini doppie con gli amici cercando di arrivare per primi a completare l’album. Quest’anno un album tutto speciale è stato organizzato per i ragazzi della Primaria di Genola. Si tratta della raccolta delle “figurine del Pedibus”, con soggetti unici: sono le fotografie e le immagini dei bambini e dei volontari che il Pedibus lo vivono ogni giorno, macinando in compagnia tanti chilometri all’anno. Naturalmente le figurine non si comprano, ma si devono conquistare partecipando all’iniziativa. Inoltre nell’album - ideato e predisposto dagli stessi volontari, nonni e genitori - oltre agli spazi per le figurine si trovano cruciverba e indovinelli inerenti l’educazione stradale, pensieri dei bambini su questa esperienza, i regolamenti di buona prassi all’educazione stradale, mappe dei percorsi all’educazione ambientale.

E chi la scuola la raggiunge senza Pedibus può sempre giocare con la classe. Infatti, oltre all’album individuale consegnato ai ragazzi del Pedibus, la scorsa settimana i volontari hanno consegnato un album a tutte le classi della Primaria.

Attualmente sono circa una cinquantina i ragazzi che ogni giorno si danno appuntamento nei due posti di partenza, piazza Tapparelli e piazza Europa, per raggiungere la scuola a piedi accompagnati dai volontari (circa una trentina).

La presentazione e la consegna degli album da parte dei volontari e del sindaco Stefano Biondi si è tenuta la scorsa settimana nell’atrio della scuola primaria, in presenza di tutti gli alunni.

Servizio sul numero de La Fedeltà in edicola mercoledì 11 febbraio