A Centallo la “prima” del film su don Gerbaudo

“A pochitus a pochitus”, film sulla vita e il messaggio di don Stefano Gerbaudo, viene proiettato a Centallo, nel Nuovo Lux, sabato 9 maggio alle 20,45

don gerbaudo

La “prima” del docu-film “A pochitus a pochitus” sulla vita e il messaggio di don Stefano Gerbaudo si tiene a Centallo, nel Nuovo Lux, sabato 9 maggio alle 20,45. Diretto da Sandro Gastinelli e Marzia Pellegrino con la collaborazione di Riccardo Origlia, racconta la storia del sacerdote di Centallo per cui è in corso a Roma il processo di beatificazione.

"A pochitus a pochitus". Dicono fosse una sua espressione ricorrente, che esprimeva il suo ottimismo nella crescita spirituale di ognuno e, insieme, la sua fiducia nello sforzo di ciascuno per migliorare se stesso. Era anche lo stile della sua spiritualità, che traduceva nel consiglio: “bisogna vivere da santi almeno un quarto d’ora della giornata, per giungere alla giornata santa ogni settimana e quindi alla vita santa”. Con questo “viatico” i chierici uscivano dalla stanzetta del loro direttore spirituale: nella certezza di potercela fare e pure con una ritrovata fiducia in se stessi e negli sforzi fino ad allora compiuti. A pochitus a pochitus, appunto, cioè a poco a poco: con la costanza dei piccoli
passi, con la fedeltà ad un traguardo mai raggiunto appieno, eppure sempre a portata di mano. A ricordarlo sono i chierici di allora, perlopiù sacerdoti anziani, ora davvero costretti dall’età all’andatura dei piccoli
passi, ma molto prima abituati da lui “a non tentennare, non lesinare, riprendersi coraggiosamente e ricominciare ogni giorno”.

Ora è anche il titolo di un film, firmato da Sandro Gastinelli e Marzia Pellegrino...

L'articolo completo su La Fedeltà in edicola il 6 maggio.