Controlli antidroga, segnalato uno studente

All'istituto Vallauri di Fossano - Il dirigente Paolo Cortese: "A scuola lo spinello non deve entrare mai"

Uno studente di 19 anni segnalato alla Prefettura di Cuneo come assuntore di stupefacenti e circa dieci grammi di marijuana ritrovati in una aiuola e sequestrati. È il bilancio dei controlli antidroga che i Carabinieri della Compagnia di Fossano hanno effettuato al Vallauri, nella mattinata dello scorso 15 maggio. I militari hanno passato al setacco aule e laboratori dell’istituto di via San Michele con cinque unità cinofile della Polizia penitenziaria di Asti.

Quando ha saputo che stavano per entrare in aula i carabinieri, il 19enne avrebbe tentato di disfarsi di un involucro che aveva con sé gettandolo dalla finestra. I cani antidroga lo hanno individuato facilmente: al suo interno c’erano circa due grammi di hashish, pronto per essere fumato.

In un’aiuola del cortile posteriore dell’istituto su cui si affacciano le aule, è stata invece rinvenuta la scatola che conteneva i dieci grammi di marijuana: la droga era già stata suddivisa in cinque dosi, che potevano così essere vendute. I Carabinieri ipotizzano che “il detentore dello stupefacente se ne sia disfatto non appena ha saputo dei controlli in corso all’interno della struttura”; sulla droga rinvenuta è stata redatta una informativa per la Procura della Repubblica di Cuneo.

I controlli antidroga al Vallauri sono stati effettuati in accordo con la dirigenza dell’istituto. “Venti giorni fa - scrive, in una nota, il dirigente scolastico Paolo Cortese - ho mandato una lettera al Comando dei Carabinieri, chiedendo di effettuare un controllo a sorpresa: nessuno degli studenti sapeva quindi dell’arrivo dei Carabinieri. L’ho fatto non perché ci sia stata qualche segnalazione alla scuola (come dimostra l’esito dei controlli: un solo studente segnalato su 1.800), ma per dare un segnale educativo ai ragazzi, per dire che la scuola dev’essere un luogo sicuro e «pulito». Capisco l’ansia dei genitori dello studente segnalato, ma a scuola lo spinello non deve entrare mai, anche se viene fumato fuori”.