Crf-H1-M-728x90 OK

Magliano Alpi, picchia la madre di 72anni

A Fossano "divieto di avvicinamento" ai luoghi frequentati dalla ex convivente per un operaio di 42 anni

Quattro casi di violenza sulle donne emersi nei giorni scorsi, in provincia di Cuneo. Il più grave a Magliano Alpi: un uomo picchiava i familiari, fra cui la madre settantenne, per estorcerle denaro.

Botte alla madre, al fratello e alla sorella
Picchiava i suoi familiari, tra cui la madre 72enne, per farsi dare del denaro. Un operaio 40enne monregalese è stato arrestato con le accuse di lesioni aggravate, maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata.
Il caso è stato portato alla luce dai Carabinieri della Compagnia di Fossano e della stazione di Carrù: sembra che le violenze si ripetessero dallo scorso mese di gennaio. Secondo la ricostruzione dei militari, l’uomo ha percosso e lanciato oggetti contro l’anziana madre, che ha subito anche un ricovero con prognosi di 26 giorni; tra le sue vittime anche il fratello e la sorella, contro i quali l’operaio si sarebbe scagliato sempre per estorcere denaro. 
“Per queste aggressioni - spiegano i Carabinieri -, alcuni mesi fa, abbiamo denunciato l’uomo in stato di libertà; poi la situazione è ulteriormente degenerata, tanto che il Pm ha richiesto ed ottenuto dal Gip del Tribunale di Cuneo una ordinanza di custodia cautelare in carcere, che abbiamo eseguito l’altro giorno, ponendo così fine alle violenze compiute dall’uomo, che ora si trova nel carcere di Cuneo”.

Impiegata 40enne vittima di stalking
Un operaio di Fossano, un 42enne, dovrà rispettare il “divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima”. La vittima è la sua ex convivente, una impiegata di 40 anni anche lei fossanese, verso la quale si è reso responsabile di stalking. 
“L’uomo - spiegano i Carabinieri - è stato denunciato nei mesi scorsi perché minacciava e molestava, anche sui social network, la sua ex, tanto da provocare in lei gravi e perduranti stati d’ansia e paura; l’ha di fatto costretta a cambiare radicalmente le abitudini di vita”. Se infrangerà il provvedimento emesso a sua carico dal Giudice del tribunale di Cuneo, l’operaio finirà in carcere.

Mariti violenti non vogliono separazione
A Cuneo i carabinieri hanno denunciato per stalking due uomini, rispettivamente di 35 e 43 anni; le vittime sono le loro ex mogli, due cuneesi, l’una impiegata e l’altra segretaria. Durante il matrimonio, le donne avevano subito violenza; dopo la separazione, hanno ricevuto minacce da parte degli ex, che volevano intraprendere nuovamente una relazione. “A carico dei due stalker indagati - spiegano i Carabinieri - potrebbe scattare ora una misura cautelare che impedisca loro di nuocere ancora alle loro ex mogli”

Dimar La Fedeltà istituzionale 728x90