Crf-H1-M-728x90 OK

Chiude la farmacia all’interno dell’ospedale

Verrà sostituita da un punto di distribuzione dei farmaci 

Dal 1° ottobre, la farmacia interna dell’Ospedale di Fossano chiude i battenti. Al suo posto resterà un punto di distribuzione dei farmaci. “Il servizio per l’utenza non cambia - precisano dall’Asl -. Semplicemente, gli ordini dovranno essere raccolti e passare attraverso la sede centrale di Savigliano”, dove sono stati accorpati magazzino e farmacisti. Il punto di distribuzione continuerà in ogni caso a rifornire il presidio ospedaliero e gli utenti esterni, ovvero quelle persone affette da patologie specifiche che hanno diritto ad alcune tipologie di farmaci e prodotti farmaceutici altrove non in commercio o che all’ospedale si trovano a prezzo scontato. A differenza del passato, tuttavia, i pazienti esterni saranno tenuti a prenotare telefonicamente a Fossano, almeno una settimana prima, la terapia (il farmaco) di cui ha bisogno, contattando il numero 0172.699268 dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12 e dalle 13 alle 14,30. Con questa misura, l’Asl si propone un duplice obiettivo: razionalizzare il servizio (risparmiando sulle spese) e valorizzare le professionalità esistenti (evitando che i farmacisti in servizio nei singoli presìdi siano costretti a svolgere anche il ruolo di magazzinieri). L’intenzione è quella di non fermarsi al Ss. Trinità, procedendo all’unificazione dei magazzini farmaceutici anche degli altri ospedali (a partire da Ceva e Saluzzo), fino a ridurli ad uno solo (massimo due) in tutta l’Asl. Il primo passo, intanto, verrà compiuto a Fossano. 

Su "La Fedeltà" di mercoledì 23 settembre