Crf-H1-M-728x90 OK

Domani il raduno degli anziani piemontesi

Si svolge a Fossano l'annuale appuntamento organizzato dai Centri d'incontro: "Ma tutti possono partecipare"

Nel 2015 si svolge a Fossano l’annuale Raduno regionale dei Centri d’incontro, realtà frequentata soprattutto dagli anziani. L’appuntamento è per venerdì 25 settembre, giornata che costituirà anche l’occasione - per la città degli Acaja - di far conoscere monumenti e piatti tipici ai suoi visitatori.

 Il programma 
della giornata
I partecipanti si raduneranno in via Roma all’altezza del Bastione, alle 10; per i bus che avranno trasportato buona parte di loro sarà ricavato un ampio parcheggio in piazza Diaz. Ad accoglierli ci saranno - oltre alle autorità cittadine - le due figure principali del Palio fossanese, il monarca e la monarchessa; per i visitatori è previsto inoltre un “saluto speciale” da parte degli alunni delle scuole materne fossanesi, che omaggeranno così persone che per età potrebbero essere dei nonni. I partecipanti formeranno un corteo che raggiungerà prima piazza Castello e poi la Cattedrale per la celebrazione della messa; al termine della funzione religiosa si potrà pranzare con prodotti tipici a prezzi scontati, grazie ad un “menu convenzionato” che è stato steso dai ristoratori fossanesi. Tante le proposte per il pomeriggio: ci si potrà dedicare al ballo liscio al Foro boario, partecipare a “passeggiate culturali” nel centro della città o effettuare visite guidate in alcuni monumenti della città (castello, museo diocesano, chiesa della Ss. Trinità). Prima del rientro, i visitatori potranno assaggiare specialità dolciarie alla bottega Balocco di via Santa Lucia.
Gli eventi della giornata sono organizzati grazie all’impegno di associazione Melograno, Amministrazione comunale, Cassa e Fondazione Crf, Balocco, Ascom Fossano e Coordinamento associazioni volontariato operativo; si occuperanno delle visite guidate Ufficio turistico, associazione Cicerone e Amici del museo diocesano.

“Qualcuno arriverà con le stampelle”
“Sono commosso di vedere quante persone sono disposte ad impegnarsi come volontari: siamo una città accogliente”, ha detto il sindaco Davide Sordella durante la conferenza per la presentazione dell’evento, lo scorso 17 settembre nel palazzo comunale. “Una piccola critica che ci è stata rivolta - ha commentato l’assessore Michele Mignacca - è quella di pensare soltanto ai giovani: il raduno del 25 settembre è la migliore risposta”. “Mettiamo al centro la terza e quarta età come fase della vita in cui si può essere ancora parte dinamica della comunità”, ha auspicato l’assessore Simonetta Bogliotti, sottolineando che l’evento di venerdì si svolge ad una settimana dalla Festa dei nonni, fissata per il 2 ottobre.
“Arriveranno persone da tutto il Piemonte, qualcuno con le stampelle - ha annunciato Luca Bosio dell’associazione Melograno -. È sì la festa dei Centri d’incontro, ma aperta a tutti; chiunque voglia partecipare è il benvenuto”. “Fossano e dintorni riescono a fornire 4mila coperti”, ha aggiunto Francesco Crudo dell’Ascom.
All’incontro del 17 settembre era presente anche Alberto Marinetto, che da 25 anni è alla guida dei Centri d’incontro piemontesi. “Sentiamo la crisi, e ci sarà qualche partecipante in meno che agli scorsi appuntamenti - ha detto -; ma siamo felici che Fossano abbia accettato di ospitare il nostro raduno”.