Crf-H1-M-728x90 OK

Acqua pubblica: l’ultima decisione slitta al 16 novembre

Rinviata la Conferenza d’Ambito. Botta e risposta tra il Comitato acqua bene comune e il sindaco di Fossano 

Non sarà il 20 ottobre la data in cui si deciderà il futuro assetto gestionale del servizio idrico in provincia di Cuneo, ma il 16 novembre. Il Comitato acqua bene comune - che spinge per una veloce transizione alla gestione pubblica - sente puzza di bruciato. E indica nel sindaco di Fossano Davide Sordella - sostenitore della gestione mista - il principale artefice di questo ritardo, dettato dalla volontà di far passare la suddivisione del territorio provinciale in due zone: una da affidare a gestione interamente pubblica e l’altra a gestione privata-pubblica. Una controproposta che il Comitato definisce “antidemocratica”. “La scelta del rinvio è stata collegiale - risponde il sindaco di Fossano - ed è motivata dai tempi tecnici insufficienti per preparare un documento congiunto e confrontarlo con i sindaci del territorio prima della Conferenza. Le ragioni del rinvio, come si vede, sono altamente democratiche. Non saprei dire quelle di chi, invece, sembra tentato dalla volontà di decidere senza nemmeno dare il tempo di discutere”.

Articolo completo su "La Fedeltà" di mercoledì 21 ottobre