Due storie (quasi) a lieto fine

Grazie al progetto “80 voglia di aiutare” della Pastorale sociale e del lavoro sono state trovate le risorse per due borse lavoro che stanno cambiato verso alla vita di due persone

Li chiameremo Giovanni e Grazia. Lui ha quasi 50 anni e si trova in carcere; vorrebbe fare volontariato alla Città dei ragazzi e in un Centro che svolge attività sociali; una proposta suggerita dall’associazione di volontariato “Ariaperta” di Cuneo che lo ha anche aiutato a conseguire un diploma in carcere. Ma per poter accedere all’affidamento in prova serve una borsa lavoro.

Grazia invece ha fatto il servizio civile in un ente della zona continuando poi a mantenersi con lavori saltuari, con forti difficoltà a costruirsi il futuro. La Pastorale sociale ha chiesto a una cooperativa di pulizie la disponibilità a far lavorare Grazia con la speranza che questo stage si possa trasformare in un lavoro vero.

“Questo è il senso delle borse lavoro – dice don Flavio Luciano, responsabile della Pastorale sociale e del lavoro delle diocesi di Cuneo e Fossano – danno un’opportunità a chi le riceve; per questo donare risorse per questi progetti è utile”.