Con l’aiuto della tua misericordia, tre serate sulla Confessione

tre serate promosse dall’Ufficio Liturgico diocesano in Seminario a Fossano, a partire da giovedì 14 gennaio

Veniamo dall’apertura delle Porte Sante, un’esperienza rituale che ha coinvolto milioni di credenti in tutto il mondo. Oltrepassare la soglia di una porta significa compiere passi che introducono in un contesto altro. Normalmente la soglia che oltrepassiamo di più ogni giorno è la porta di casa nostra; questa porta ci immette in un contesto famigliare, rassicurante. Entrare in casa vuol dire essere arrivati, trovare riposo, ristoro, pace, vita. Papa Francesco ha voluto che fossero aperte le Porte Sante di tutte le Cattedrali del mondo, insieme a quelle di tante chiese come ad esempio il nostro Santuario  di Cussanio, perché in questo Anno santo della Misericordia siano moltiplicati gli ingressi per entrare nella casa della nostra vita attraverso la riscoperta del perdono che viene da Dio e del perdono che noi dobbiamo chiedere, ricevere e donare a nostra volta per ritrovare la pace del cuore, la serenità della vita. Una porta che ci immetta nel contesto della misericordia e ci faccia riscoprire e assaporare la pace vera, la serenità.

La soglia di ingresso della Porta Santa esige che si celebri il sacramento stesso della Misericordia di Dio, il sacramento della Riconciliazione, o altrimenti detto il sacramento della Confessione. Nell’anno della Misericordia L’Ufficio Liturgico diocesano ha pensato di offrire un breve percorso di tre incontri - dal titolo “Con l’aiuto della tua Misericordia” - per riflettere sul sacramento della Riconciliazione (Confessione) e su esperienze che vi sono direttamente connesse come le celebrazioni penitenziali e la celebrazione della prima confessione dei bambini. 

Riflettere su queste realtà ci aiuterà a entrare più in profondità nella realtà della Misericordia di Dio che accompagna costantemente la nostra vita, non solo in questo Anno Santo. Gli incontri, diretti in modo particolare agli operatori della liturgia (sacerdoti, ministri straordinari, cantori e musicisti, lettori, responsabili del decoro della chiesa…) e ai catechisti, sono un’occasione per tutti per riflettere sul sacramento che dona la Misericordia di Dio.

I tre giovedì si tengono in Seminario a Fossano, con inizio alle 20,45 (puntuali), con questo programma:

- Giovedì 14 gennaio: perché “confessarsi” oggi? Pennellate di storia e assaggi di teologia per capire il sacramento della Penitenza (don Pierangelo Chiaramello, direttore Ufficio Liturgico).

- Giovedì 21 gennaio: preparare e animare una celebrazione penitenziale: gesti, parole, musica, spazio (fra’ Luca Gazzoni , “Comunità Emmaus” di Cussanio).

- Giovedì 28 gennaio: la prima Confessione dei ragazzi del catechismo: momento delicato e promettente (don Domenico Cravero, parroco di Settimo Torinese).

Gli incontri sono ovviamente aperti a tutti.

Ufficio Liturgico diocesi di Fossano