Aurelio Costantino sbatte la porta al Comune di Sant’Albano e lascia la biblioteca

Il servizio riaprirà venerdì 20 maggio con nuovi volontari

Aurelio Costantino, la moglie Anna Tassone e Ornella Costantino, i tre volontari che da anni ogni venerdì pomeriggio aprono le porte della biblioteca comunale intitolata a Tiziano Terzani, venerdì 29 aprile alle 12 hanno presentato le loro dimissioni in Comune. La comunicazione ha lasciato il Comune senza servizio bibliotecario che nel pomeriggio è rimasto chiuso al pubblico. Ad avvisare la cittadinanza la comunicazione inviata dal sistema telefonico vocale “Alert system” e un cartello affisso sulla porta della scuola media, sede della biblioteca. 

Non conosco le ragioni di queste dimissioni improvvise - dichiara il sindaco Giorgio Bozzano -. Venerdì mi sono arrivate la lettera e le chiavi, proprio nel giorno in cui la biblioteca apre al pubblico, senza nessuna motivazione. Ho sempre manifestato la mia stima e gratitudine per il lavoro svolto da Costantino per la biblioteca, non mi resta che prenderne atto. Ci siamo subito messi al lavoro per formare un nuovo gruppo di volontari che seguiranno la biblioteca”. 

Sono troppe le cose che non andavano- spiega Aurelio Costantino -. Da tempo chiedo più spazio, fondamentale per investire in progetti e inserire nel sistema dei giovani per dare un futuro alla biblioteca, come avviene a Genola, o per organizzare eventi culturali come sto facendo con Trinità. Ma qui si investe solo in feste popolari dove c’è da mangiare e bere e per la cultura sembra esserci poco interesse”. 

Giovedì sera il sindaco ha incontrato alcuni cittadini che hanno dato la loro disponibilità a gestire in forma volontaria la biblioteca che riaprirà venerdì 20 maggio dalle 14,30 alle 17,30.

Articolo su La Fedeltà in edicola mercoledì 11 maggio