Tafferugli nell’albergo dei profughi: sei migranti allontanati dalla “Bussola” di Centallo

La protesta degli ospiti degenera in rissa. Aggrediti i titolari. Sono dovuti intervenire i Carabinieri

Cinque pattuglie dei Carabinieri, da Fossano, Centallo e Cuneo, sono intervenute la sera di martedì 24 maggio per riportare la calma all’albergo-ristorante “la Bussola” che dall’estate 2014 accoglie 27 richiedenti asilo, tutti giovani provenienti dall’Africa subsahariana, in una delle strutture accreditate dalla Prefettura. La loro presenza si è resa necessaria per sedare la protesta degli ospiti nei confronti dei titolari (una famiglia di origine cinese che da cinque anni gestisce l’albergo-ristorante) che era degenerata in rissa. A farne le spese il ristoratore, la moglie e i due figli, contro i quali sono stati gettati cibo e acqua. Sono volati anche insulti, schiaffi e qualche pugno. 

Articolo completo su "La Fedeltà" di mercoledì 1 giugno