Una targa in memoria di Annalisa

È stata apposta a fine luglio sulla panchina in cui sostò per l’ultima volta; si è svolta una breve cerimonia a cui hanno partecipato i famigliari, sindaco e capocantone  

Martedì 26 luglio, a poche settimane dall’intitolazione del Circolo di Sant’Antonio Baligio alle due giovani baligesi prematuramente scomparse, entrambe di nome Annalisa, su richiesta dei famigliari di Annalisa Monasterolo è stata apposta una targa in memoria della giovane morta, colpita da malore, a soli 16 anni, sabato 1° giugno 2014 mentre, con le amiche, aspettava la navetta che l’avrebbe portata in discoteca. La sua morte prematura suscitò profondo cordoglio: Annalisa (Monny per le compagne di scuola) era conosciuta come una ragazzina solare, intraprendente, generosa, giudiziosa. Un punto di riferimento per le altre studentesse del terzo anno del corso di Estetista del Cnos Fap (Salesiani): ci dissero i suoi insegnanti; così l’estetista di Genola presso il cui studio un mese prima aveva concluso lo stage.

La comunità di Baligio fu molto vicina alla famiglia così come, qualche anno prima, era stata vicina alla famiglia Armando. Un sentimento raccolto dal capocantone Raffaele Tortalla e dal Consiglio frazionale del Circolo alle due giovani.

 

L'articolo su La Fedeltà di mercoledì 24 agosto