Da Vocaloops alle Women of the wolrd: l’ultimo giorno di Vocalmente guarda al mondo

Si chiude oggi la terza edizione del festival internazionale di canto a cappella organizzato dalla Fondazione Fossano musica

“Sono sempre nella mia cucina il mercoledì”, ha detto il presentatore Jeremy Sadler con una battuta riferendosi agli Swingles. “I maestri mondiali del canto a cappella” in Italia li conosciamo tutti, se non altro per l’interpretazione dell’Aria sulla quarta corda di Bach che fa da sigla proprio alla trasmissione del mercoledì di Piero Angela, Superquark. E ieri sera l’hanno cantata sul palco con l’abbraccio dei centocinque studenti partecipanti al camp. Un concerto caldo, in tutti i sensi, nel quale fin da subito il settetto londinese ha voluto stringersi attorno alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. La loro voce idealmente e la raccolta di offerte (che proseguirà fino a fine giornata) concretamente aiuteranno la ricostruzione di Arquata del Tronto, nelle Marche. Un abbraccio che continuerà anche oggi: dalle 11,30 sul sagrato del Duomo proprio i ragazzi del camp prima e i single singers dopo, si esibiranno nella loro sessione finale, mentre in via Roma si potranno fare affari grazie allo Sbaracco voluto dall’Ascom. Verrà cantato il secondo inno di Vocalmente uscito quest’anno dalla penna di Dylan Bell dei Free play duo per celebrare il saluto, e l’arrivederci, della famiglia del festival.

Ma ieri sera ad aprire lo show è stato Faya Braz, beatboxer e maestro della loop station venuto da Parigi. Artista che proprio oggi a partire dalle 14 al Castello (ingresso libero) sarà uno dei giurati della seconda edizione della prima loop station competition al mondo, Vocaloops. È prevista una prima fase eliminatoria e poi una finale. Il vincitore sarà proclamato entro le 19,30. Intanto, come break, alle 16 la “scenografia” sarà cambiata per lasciare spazio agli ultimi due Castle stage (gratuiti). Toccherà ai Cherries on a swing salire per primi sul palco, seguiti dai Be4 alle 16,45

Poi, il gran finale: alle 21 ai Portici (ingresso 20 euro) le attese Women of the world. Un abbraccio di culture, di continenti e di tradizioni vocali da oltre trenta Paesi con alla base un grande progetto d’integrazione. Saranno loro gli ingredienti di questa serata internazionale - mondiale verrebbe da dire - che chiuderà un festival sempre in crescita. Ma prima che sia lunedì, e prima che la città ritorni al suo tran tran ordinario, ci sarà ancora tempo per un brindisi insieme fra una Jam session e l’altra al Castello, dalle 23,30 in poi. Per salutare il festival, dandoci appuntamento sempre qui, il prossimo anno a Fossano, capitale del canto a cappella grazie a Vocalmente.