Sant’Antonio: si procede con il 2° lotto alla chiesa di Sant’Antonio

Confermato il finanziamento dell'Accorta. Il Comune può completare la ristrutturazione realizzando il soppalco e la sala polivalente

Il Comune di Sant'Albano riceverà il finanziamento europeo riconosciuto al progetto Alcotra Italia-Francia per la promozione turistica del territorio, che porta nelle casse del Comune 176.500 euro, cifra destinata a completare il progetto di ristrutturazione della chiesa di Sant’Antonio. 

Il primo intervento - in fase di ultimazione  per la fine di novembre, finanziato dalla Fondazione San Paolo per 95 mila euro più 60 mila euro del Comune - prevedeva il rifacimento dei tetti, della pavimentazione con rivestimento in cotto, un nuovo impianto elettrico e di riscaldamento (a pavimento), la pulitura delle pareti da cui sono emersi alcuni affreschi, la sistemazione di un portoncino e di due finestre in legno, il recupero di una meridiana, la pulitura dei muri esterni, la realizzazione di una scala esterna dotata di montascale e la predisposizione per un futuro soppalco. 

"La volontà
di trasformare la chiesa di Sant’Antonio in un polo culturale dove sistemare la biblioteca comunale, una piccola sala polivalente (massimo di 20 posti) e un’area museale dedicata alla storia del nostro paese, oggi posso dire che non è più un sogno ambizioso, ma una realtà" dichiara con soddisfazione il sindaco Giorgio Bozzano.

Articolo su La Fedeltà in edicola mercoledì 2 novembre