Scoperti tre lavoratori in “nero”

Intervento della Guardia di finanzia di Fossano - Sanzioni per il titolare di una ditta edile

Tre cinesi che lavoravano in “nero” per una ditta del settore edile. Li hanno scoperti, nei giorni scorsi, i finanzieri della Tenenza di Fossano, “nell’ambito dei servizi volti al contrasto del lavoro irregolare”, come si legge in una nota del comandante provinciale, Massimiliano Pucciarelli.

Al datore di lavoro sono state contestate “le sanzioni previste in materia di irregolarità contributiva, che vanno complessivamente da un minimo di 3mila ad un massimo di  18mila euro per ciascun dipendente”.

“L’intervento - prosegue la nota del comandante provinciale - è stato predisposto in esecuzione del Piano di contrasto al lavoro irregolare cui il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Cuneo dedica particolare attenzione, attuando interventi mirati in tutto il territorio della Granda. I ripetuti interventi effettuati puntano a contrastare l’effetto distorsivo che l’impiego di manodopera in nero o irregolare riverbera sulla libera concorrenza, danneggiando sensibilmente le imprese che rispettano le regole”.