Crf-H1-M-728x90 OK

Il Comune assicura: “La Calvino non chiude”

Timori sul futuro della scuola di Fossano: "Neppure il trasferimento è un'ipotesi mai presa in considerazione"

La primaria Calvino non chiuderà, né sarà trasferita. Lo ribadisce l’assessore Simonetta Bogliotti, che scrive in una nota: “Smentiamo qualsiasi voce che parli di una possibile chiusura o spostamento della scuola Calvino rispetto all’attuale sede”.

I timori, che avrebbero portato alcuni genitori ad organizzare una raccolta di firme, sono legati alla “verticalizzazione” delle scuole dell’obbligo fossanesi, il progetto che riorganizzerà il mondo dell’istruzione nella città degli Acaja sotto due Istituti comprensivi, a cui faranno capo scuole di grado diverso, dall’Infanzia alla Media. La necessità di rendere equilibrati, per numero di alunni, i due Istituti comprensivi ha portato ad un’apparente contraddizione: la scuola primaria Calvino e la scuola media di via Dante,  pur trovandosi nello stesso edificio, non faranno parte del medesimo Istituto comprensivo. Una situazione che, secondo una voce diffusasi da tempo, avrà come esito la scomparsa della stessa Calvino.

Le motivazioni delle scelte sulla verticalizzazione sono state illustrate dagli amministratori comunali nelle scorse settimane, durante una serata in cui è stato spiegato come cambierà l’organizzazione delle scuole dell’obbligo. Già in quell'occasione erano stati smentiti i rumor sulla chiusura della Calvino, ma evidentemente non sono venute meno le preoccupazioni di alcuni genitori.

“Come Giunta - prosegue Bogliotti -, non abbiamo mai preso in considerazione l’ipotesi di chiudere o trasferire la Calvino. Riteniamo che di questa scuola, come di tutte le altre scuole fossanesi, vadano rispettate la storia e le caratteristiche peculiari. Aggiungiamo che gli attuali spazi delle scuole fossanesi non permetterebbero in ogni caso uno spostamento”.