Crf-H1-M-728x90 OK

Trionfa il No, Renzi si dimette

Non passa la riforma della Costituzione. Il Sì fermo al 40,89%. Il risultato di Fossano e circondario

Il No vince nettamente, la Costituzione non cambia. Cambia invece il governo, perché Renzi ha annunciato le sue dimissioni. Ora toccherà a Mattarella cercare un successore per il tempo che rimane alla legislatura (un anno circa) o anche meno se - dopo aver messo un punto fermo sulla legge elettorale (per la Camera e anche per il Senato, che resterà com’è) - si tornerà a votare. 

L’affluenza molto alta (il 65,47%) non ha giovato alla rimonta del presidente del Consiglio. Il No ha raccolto il 59,11% dei voti contro il 40,89% del Sì. Sono quasi sei milioni di voti di differenza.

Il Sì ha vinto soltanto in Trentino, Toscana ed Emilia Romagna. In Piemonte si è fermato al 43,53%. In provincia di Cuneo le cose non sono andate molto diversamente. Il divario tra il No e il Sì è stato più contenuto (54,02% contro il 45,98%) e l’affluenza al voto un po’ più alta rispetto alla media nazionale (il 73,25%) ma il risultato - nella sostanza - non sarebbe cambiato.

Tra le principali città della Granda, il Sì ha vinto a Cuneo, Alba e Savigliano; ha perso invece a Fossano, Saluzzo, Mondovì e Bra. A Fossano il Sì ha raccolto il 47,71% dei voti, il No il 52,29%. I votanti nella città deg.i Acaja sono stati 14.053, pari al 75,62% degli aventi diritto.

Il No ha vinto in tutta l’area di diffusione del giornale, superando il 60% a Salmour e a Centallo. A Vottignasco ha fatto il 58%, a Cervere, Trinità e Villa il 57, a Sant’Albano e Genola il 54. Il picco dei vontanti si è registrato a Vottignasco e Genola. L’affluenza più bassa è stata a Bene Vagienna.