A Fossano la premiazione della Fedeltà al Lavoro della Camera di Commercio

Tra i Sigilli d’oro anche il presidente Crf, Beppe Ghisolfi. Cuneese nel mondo, Aldo Tesio della Panealba

Sarà la città degli Acaja ad ospitare la cerimonia di Premiazione Fedeltà al lavoro e progresso economico promossa dalla Camera di commercio di Cuneo e giunta ormai alla 64ª edizione. Un riconoscimento che l’ente assegna a operatori economici che “con l’esempio di una vita dedicata al lavoro, hanno contribuito validamente e proficuamente al progresso civile, economico e sociale della nostra provincia” e che vuole sottolineare importanti anniversari di attività nei vari settori economici e lavorativi. L’appuntamento è per domani, giovedì 8 dicembre, alle 9,30 al palazzetto dello sport di via Mons. Soracco di Fossano che per l’occasione diventerà una grande passerella per celebrare il “modello Cuneo”, la dedizione al lavoro e lo spirito imprenditoriale dei cuneesi. Saranno 162 i riconoscimenti assegnati, tra diplomi e medaglie, di cui 49 a industriali e commercianti con 35 anni di attività oppure appartenenti a famiglia titolare di azienda da almeno 80 anni, mentre 61 andranno invece ad artigiani con 35 anni di attività, 1 ad una cooperativa costituita da almeno 40 anni e 51 a coltivatori diretti con 40 anni di lavoro. Saranno inoltre premiate con il Sigillo d’oro alcune persone che si sono particolarmente distinte nel campo economico, sociale o che hanno dimostrato particolare capacità ed impegno nel settore in cui svolgono la loro attività. Sei saranno i sigilli d’oro 2016: tra questi il presidente della Cassa di risparmio di Fossano Beppe Ghisolfi e con lui Lorenzo Battaglino (artigianato), Felice Cerruti (cooperazione), Roberto Chialva (agricoltura), Giancarlo Pilone (industria) ed Enrico Rizzon (commercio). A questi si aggiunge il premio speciale “Cuneese nel mondo” che quest’anno andrà ad Aldo Tesio della ditta Panealba di Verduno. Ed ecco invece i premiati di Fossano e dei Comuni limitrofi: i fossanesi Valentino Panizzolo (agente di commercio), Pinuccia Rolfo (tabaccheria), Oreste Sabena (pasticceria), Giacomo Bogetti (impianti elettrici), Osvaldo Bosio (carrozzeria) Franco Forte (odontotecnico), Mario Racca (impianti di riscaldamento e idrosanitari), Aldo Rovere (impresa edile), Aurelio Seoni (odontotecnico), Giuseppe Dalmasso (coltivatore diretto); i centallesi Claudio Bertola (lavorazione legno, serramenti) Sergio Bertola (lavorazione legno, serramenti), Sergio Rosso (impresa edile) e Franco Tavella (impresa edile - piastrellista), Domenico Sampò di Bene Vagienna (macelleria), Luciano Giordano di Villafalletto (impianti termici, elettrici, gas e sanitari) e Renato Teobaldi di Trinità (impianti idraulici).