“Più multe che nel 2015, ma non per far cassa”

La Polizia locale di Fossano ha presentato il resoconto delle attività svolte lo scorso anno dai suoi 18 agenti

Polizia locale in festa, lo scorso 20 gennaio, per il suo patrono San Sebastiano. Gli agenti di Fossano si sono dati appuntamento nella chiesa di San Filippo; dopo la celebrazione della messa, nella Sala rossa del Comune il comandante Giacomo Cuniberti ha presentato il rendiconto dell’attività svolta nel 2016. 

Sono 7.084 le sanzioni - circa 1.500 in più dell’anno scorso, contestate soprattutto nel centro storico -, di cui 186 per guida senza cinture di sicurezza, 163 per eccesso di velocità (“Costituiscono solo il 6% delle multe: gli autovelox  non servono a fare cassa”) e 79 per uso del telefonino alla guida; 3.200 i punti decurtati, 295mila euro  i soldi incassati con le multe (il Comune li impiegherà in gran parte per migliorare la viabilità, come prevede la legge). Sono stati predisposti 663 presidi nelle frazioni, anche per la lotta all’abbandono dei rifiuti, mentre 1.780 sono i “servizi ai plessi scolastici”, dove gli agenti sono intervenuti per garantire la sicurezza degli alunni al momento dell’ingresso e dell’uscita (anche in sinergia con gli “Ausiliari di vigilanza”, ovvero i “Nonni vigili”); sempre nelle scuole sono stati organizzati corsi di educazione stradale, per un totale di 128 ore. Gli agenti, anche indossando abiti borghesi, hanno effettuato controlli per verificare che i proprietari di cani rispettassero le norme previste quando portano a spasso i loro amici a quattro zampe, innanzitutto l’obbligo di raccogliere i “bisognini” : 127 i servizi di controllo effettuati e 33 le multe staccate. Altri 306 servizi sono stati dedicati alla lotta contro l’accattonaggio molesto; ogni giorno, inoltre, gli agenti hanno effettuato controlli alla stazione di Fossano, in sinergia con altre forze di polizia (Polfer, Polizia di Stato e Carabinieri). In totale si contano, per i 18 agenti che costituiscono l’organico della Polizia locale di Fossano, 189mila ore di lavoro: il 73% è stato svolto in “attività esterne”, il resto in ufficio. 

“È stato un anno intenso per la Polizia locale - ha commentato Michele Mignacca, assessore ai Rapporti con le istituzioni militari e le forze di polizia -. Il corpo si è evoluto rispetto alla tradizionale figura del vigile urbano. Ho apprezzato la professionalità e il senso del dovere che gli agenti hanno mostrato in tutte le situazioni: non si sono mai risparmati”.

Durante la messa nella chiesa di San Filippo, don Davide Pastore ha ricordato la figura di San Sebastiano, il militare romano che si convertì al Cristianesimo e subì il martirio. Sempre nella giornata dello scorso 20 gennaio, due agenti di Fossano sono stati premiati per i vent’anni di servizio sul territorio comunale: sono il vicecomandante Dario Raimondo e Alessandra Tomatis.