08.03.2017

Prometti a te stesso…

Un testo famoso dice così: “Prometti a te stesso di parlare di bontà, bellezza, amore a ogni persona che incontri; di far sentire a tutti i tuoi amici che c’è qualcosa di grande in loro; di guardare al lato bello di ogni cosa e di lottare perché il tuo ottimismo diventi realtà”. Sembra un discorso un po’ ingenuo, fatto da un adolescente che ancora non conosce le difficoltà della vita. Sembrano parole di un sognatore, che formula belle idee ma non si sporca le mani per cambiare le cose. Sembra il pensiero di un ricco, che vive nel suo castello pieno di agiatezze e si diletta a sentenziare sulla vita. E ci viene spontaneo ribattere: “Prova a calarti nei miei panni, a sentire sulla pelle le mie fatiche, prova a calarti nelle ingiustizie e nelle sofferenze della mia vita e vedrai che ti passa la voglia di fare il sognatore!”. Ma ecco la sorpresa: queste testo è di Madre Teresa di Calcutta. Pazzesco! Una donna che ha passato l’esistenza nella miseria e con i miseri, che ha speso la vita per cambiare la sorte di tanti poveri, che non si è mai risparmiata. Proprio lei ci parla di bellezza e di ottimismo. E ci suggerisce quattro interessanti promesse. La prima: vivi parlando di bontà, bellezza e amore. Vivi cercando di portare agli altri bontà, bellezza e amore. Comunque stia andando la tua vita, tu puoi regalare bontà, bellezza, amore. Per questo sei al mondo. Nessuno è così povero da non poter dare bontà, bellezza e amore. La seconda: cerca negli altri ciò che hanno di bello e di grande e aiutali a riconoscerlo. Fai sentire il loro valore e aiutali a tirar fuori il meglio. Impegnati a stimare gli altri. Non pretendere che cambino, pretendi da te la capacità di vedere i loro aspetti preziosi.  La terza: cerca il lato bello di ogni cosa. In ogni situazione, anche quella più fastidiosa o dolorosa, cerca il lato bello. Cura in te il senso dell’autoironia e dell’umorismo. La quarta: lotta perché i tuoi sogni non si spengano. Lotta perché i sogni continuino a muovere i tuoi passi, le tue scelte, i tuoi progetti. Lotta perché, giorno dopo giorno, con mille fatiche e tenace pazienza, i sogni diventino realtà.
Grazie Madre Teresa. Ci regali il segreto della tua vita: nella concretezza del lavoro quotidiano non dimenticare mai  la bellezza e la bontà. Anzi, nella vita non dimenticare mai la Bellezza che ci aiuta ad essere buoni, la fiducia nella Bellezza del Creatore.  Ricordando quanto diceva F. Kafka: “Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio”.