“Il ripetitore non è pericoloso per gli alunni”

Bene Vagienna, il sindaco ha risposto all'interrogazione della consigliera di minoranza

Il ripetitore di telefonia mobile collocato nei pressi delle scuole di Bene Vagienna non è pericoloso. Creerebbe una sorta di “effetto fungo”, per cui le radiazioni si avvertono non nelle immediate vicinanze, ma in piazza Martiri, dove restano comunque al di sotto della soglia di sicurezza.

Questa la risposta che - durante il Consiglio comunale dello scorso 26 aprile, probabilmente l’ultimo prima delle elezioni amministrative - il sindaco Claudio Ambrogio ha dato all’interrogazione presentata da Monica Costamagna, consigliera di minoranza.  

Nel documento, Costamagna segnalava che un ripetitore per la telefonia mobile “è collocato nelle immediate vicinanze dei pressi scolastici che ospitano le scuole elementari e medie”: “Dal momento che è ormai consolidato dalla letteratura scientifica che tali ripetitori sono nocivi per la salute, in particolare per quella delle giovani generazioni”, la consigliera chiedeva “se sono stati compiuti studi o verifiche sulle liceità di queste installazioni”. Il sindaco ha citato un’analisi dell’Arpa. “Prima di costruire la nuova Media, abbiamo nuovamente verificato che il ripetitore non creasse problemi”, ha aggiunto Damiano Beccaria, assessore al Bilancio.