Allarme acqua potabile a Sant’Albano: ulteriori controlli confermano che i parametri sono ok

Effettuati altri quattro prelievi presso il pozzo e il Comune

Acqua dal rubinetto

In seguito all’allarme “Desetilatrazina” riscontrato nell’acqua potabile di Sant’Albano dopo un controllo dell’Asl - peraltro rientrato in seguito all’ultima analisi effettuata dal laboratorio Tecno Edil su commissione dell’AlpiAcque -, sono stati eseguiti nella giornata di mercoledì 3 maggio altri quattro prelievi (due presso il pozzo e due presso il Comune) fatti analizzare dai laboratori Iren e Idrogeolab. Mentre il giornale va in stampa è giunto l’esito di Iren, il quale ribadisce che “tutti i parametri rientrano nei limiti consentiti”.

L’AlpiAcque nel frattempo, come richiesto dall’ordinanza del sindaco Bozzano, sta predisponendo un progetto per un impianto di trattamento dell’acqua del pozzo mediante un filtro a carboni. Non appena otterrà l’autorizzazione provvederà all’installazione dell’impianto.