Un mese per (ri)scoprire Bene Vagienna

Tante iniziative a maggio: escursioni, "notte bianca dei musei", inaugurazione del forno pubblico per il pane

È previsto per questa domenica il primo degli appuntamenti inseriti in “Mangio/maggio per Bene”. Arriva così al nastro di partenza un’iniziativa che il Comune di Bene Vagienna e varie associazioni hanno organizzato per promuovere cultura, gastronomia e sport nel paese.

Fiera in piazza e bici nei boschi

Domenica 14 maggio, nel centro storico rivivrà “La fiera di Bene”, la fiera dedicata al patrono San Gottardo che negli ultimi anni aveva perso il suo appeal e viene ora rilanciata con ampi spazi dedicati all’enogastronomia e, soprattutto, allo “street food”, il cibo di strada. 

Sarà presente anche il Luna park. Nello stesso giorno, approda a Bene Vagienna una tappa di “Bike in valle”, la manifestazione che da tempo unisce la pratica della mountain bike alla possibilità di scoprire paesi e paesaggi naturalistici. Come ricordano i Cicloamatori benesi, in prima linea nell’organizzare la tappa di Bene Vagienna, questo Comune dispone di ben 45 chilometri di percorsi destinati alle mountain bike, per i quali verrà peraltro realizzata, fra poco, una segnaletica permanente in sostituzione di quella temporanea finora utilizzata. Il 14 maggio sarà possibile scoprire questi percorsi attraverso due itinerari, uno - più facile - di 20 chilometri e l’altro - più impegnativo - di 35; si pedalerà quasi sempre in fuoristrada, lungo single track. È previsto un punto ristoro in frazione Costamagna, nel vicino Comune di Lequio Tanaro; al termine dell’escursione sarà possibile fare una doccia calda e partecipare allo “street food” con un buono fornito dagli organizzatori della pedalata. Si potranno inoltre provare nuovi modelli di bici, fra cui le e-bike. Il ritrovo è fissato alle 8 al campo sportivo di viale Rimembranza e la partenza alle 9,30, mentre il rientro è previsto per le 12,30; iscrizioni (a pagamento) e informazioni al numero 333.8018751 o all’indirizzo di posta elettronica cicloamatoribenesi@gmail.com.

La notte bianca dei musei

Per la serata di sabato 20 maggio, è prevista la “Notte bianca dei musei”. In serata saranno aperti otto importanti edifici della città, che il pubblico potrà scoprire con l’aiuto dei “ciceroni”, studenti della Media locale preparati come guide turistiche. Al museo archeologico di palazzo Rorà saranno presenti degli archeologi, che proporranno visite guidate alle 17,30 e alle 21, offrendo anche la possibilità di sperimentare un tour virtuale ad Augusta bagiennorum - la città romana da cui sarebbe nata Bene Vagienna - grazie a uno strumento multimediale, gli Oculus rift; alle 16 sempre del 20 maggio, sarà possibile partecipare a una passeggiata nella stessa area di Augusta bagiennorum in frazione Roncaglia, che in questo caso potrà quindi essere scoperta “dal vero”. 

Durante la “Notte bianca dei musei”, in quattro punti - casa Ravera, piazza Botero, piazza San Francesco e palazzo Rorà - si potranno gustare assaggi preparati dagli studenti dell’Istituto Giolitti di Mondovì in collaborazione con l’associazione Commercianti di Bene Vagienna. 

Completano l’«offerta» della serata varie band, diverse per il genere musicale proposto, che si collocheranno nel centro. L’associazione “For good production”, che ha organizzato le varie esibizioni, cercherà di proporre un percorso ideale che, attraverso la musica, faccia conoscere numerose città del mondo agli spettatori: il tutto in omaggio a Giovanni Botero, il grande filosofo di Bene Vagienna che fu anche un geografo e dalla cui morte si contano, in questo 2017, quattro secoli. È previsto anche un concerto finale. 

Taglio del nastro per il forno pubblico

Ultima data in calendario quella di domenica 21 maggio, quando si potrà partecipare alla “Camminata enogastronomica dei forni e delle fonti”, un’escursione di circa 12 chilometri - fra il centro storico, le aree rurali e i boschi - che punta a far scoprire paesaggi di interesse naturale, architettonico ed archeologico (partenza alle 9, in piazza Martiri). Come suggerisce il nome, grande attenzione sarà dedicata alla riscoperta delle sorgive e dei forni per la cottura del pane presenti nel territorio comunale, a partire dall’obiettivo di valorizzare il pane come prodotto tipico della città; a cascina Ellena in frazione Roncaglia - una delle ultime tappe - sarà inaugurato un forno pubblico proprio per la cottura del pane che il Comune ha fatto realizzare e che sarà messo a disposizione di chiunque lo desideri. Sono previsti, lungo il percorso, numerosi “punti ristoro”. Chi desidera partecipare deve indossare calzature idonee. Per l’iscrizione alla camminata, che è a pagamento (20 euro a persona, prezzo scontato a 10 per i bambini fino a 14 anni), è possibile rivolgersi anche nella redazione del nostro giornale in piazza Vittorio Veneto a Fossano, oltre che all’Ufficio turistico di Bene Vagienna; altre forme di pagamento disponibili sono Satispay (“Mangia per Bene”) e bonifico bancario (IT10 R 08382 46000 00008 0110472, “Mangia per Bene”). Ulteriori informazioni allo 0172.654152 (interno 0).

Sempre nella giornata del 21 maggio, all’area archeologica di frazione Roncaglia si potranno scoprire - anche attraverso la lettura di testi classici - cerealicoltura, cucina e vita quotidiana nell’antica Roma.