Genola dice “no” ai Ceta, l’accordo tra Ue e Canada

Approvata all’unanimità dal Consiglio comunale la richiesta della Coldiretti

Il Consiglio comunale di Genola ha votato all'unanimità la richiesta della Coldiretti presenta ai Comuni affinché si schierino contro il Ceta (Comprehensive Economic and Trade Agreement), l’accordo economico e commerciale globale tra Unione europea e Canada. Accordo che prevede l’abolizione della maggior parte dei dazi doganali in vista di una progressiva liberalizzazione degli scambi. 

Il Ceta comporta l’annullamento di tutte quelle barriere che abbiamo voluto per evitare che sulle nostre tavole arrivino prodotti meno controllati rispetto a quelli italiani - precisa il sindaco Stefano Biondi -. Si penalizzano le nostre eccellenze  e si intraprende una strada diametralmente opposta a quella che stiamo percorrendo, tesa a valorizzare prodotti di nicchia e l’etichettatura tracciabile. Reputo importante una presa di posizione da parte del territorio a sostegno della Coldiretti - ma anche di tante altre associazioni - per chiedere al Governo italiano un’Europa libera dal Ceta” .

Articolo su La Fedeltà in edicola mercoledì 5 luglio