“Il Ceta promuove il falso made in Italy”

Grande mobilitazione di Coldiretti e altre associazioni (tra cui Cgil e Slow food) per bloccare la ratifica del Ceta, l’accordo commerciale siglato dall’Unione europea con il Canada

Grande mobilitazione Coldiretti per bloccare la ratifica del Ceta, l’accordo commerciale siglato dall’Unione europea con il Canada, che - secondo la maggior organizzazione agricola - “non solo non valorizza le nostre produzioni, ma è il primo trattato europeo che promuove il falso Made in Italy a tavola”. Martedì scorso un pullman di agricoltori è partito da Cuneo per partecipare alla manifestazione che si è svolta mercoledì in piazza Montecitorio a Roma.

 La mobilitazione della Coldiretti ha coinvolto anche i Comuni della Provincia. “Oltre 130 hanno già approvato un ordine del giorno contrario al Ceta - dice la presidente provinciale e regionale Delia Revelli - mentre un’ottantina si apprestano a farlo in questi giorni”. Anche i Comuni del Fossanese hanno approvato documenti in cui dichiarano la loro contrarietà o preoccupazione per il Ceta.

 

Il servizio su La Fedeltà di mercoledì 12 luglio 2017