Nuovi ausili per non vedenti al Crv

Sono stati donati dall’Osservatorio dell'Oba grazie ai fondi di Comune e Fondazione Crf;tra gli ausili un portatile  touch screen con sistema vocale 

Alcuni tipi di ausili possono cambiare la vita ai non vedenti e agli ipo-vedenti; tra i volontari dell’Oba (l’Osservatorio contro le barriere architettoniche) c’è chi lo ha sperimentato e ha deciso di estendere questa opportunità al maggior numero di non vedenti.

Da qui l’idea di destinare alla Neuropsichiatria infantile e al Centro riabilitazione visiva (Crv) una parte dei finanziamenti che Fondazione Crf e il Comune destinano annualmente all’Oba.

Giovedì mattina, nella sala Sordella del Santissima Trinità, sono stati presentati gli ausili acquistati. Marco Rosso, educatore specializzato presso il Centro visivo, ha illustrato le opportunità offerte dai vari ausili che saranno utilizzati nei vari percorsi di riabilitazione finalizzati all’autonomia. Si è soffermato in particolare sul portatile touch screen della Itec e sul suo sistema software che consente ai non vedenti di “interloquire” con lo strumento: il sistema vocale del computer “accompagna” l’operatore, confermando di volta in volta le operazioni effettuate. Chi lo utilizza comprende pertanto se è sulla strada giusta.

 

 

Il servizio completo su La Fedeltà di mercoledì 27 settembre 2017