Crf-H1-M-728x90 OK

Siccità, incendi boschivi e danni all’agricoltura

In certe zone non si può arare per la semina perché il terreno è troppo asciutto e compatto; gli incendi boschivi hanno distrutti centinaia di ettari di pinete e di pascoli 

L’autunno che quest’anno ci regala splendidi colori e giornate luminose ha purtroppo un triste rovescio della medaglia: incendi che stanno devastando i boschi (in particolare in valle Stura e val Susa), lo smog e la siccità, con fiumi, laghi e riserve idriche al minimo.

Conseguenze inevitabili, dopo un’estate asciutta e calda come non mai e un autunno senza piogge: in Piemonte, rispetto alla media di ottobre, è caduto il 98% di pioggia in meno.

Il Governo ha varato misure per contrastare gli sprechi d’acqua, stanziando 4 miliardi e mezzo per la riduzione delle perdite dalla rete idrica. Nella legge di bilancio inoltre c’è un piano contro la siccità, per 2.000 bacini di piccole e medie dimensioni.

La Granda sembra decisa ad affrontare l’annosa questione delle dighe. In seno alla Camera di commercio si è costituita una “Cabina di regia” che riunisce il mondo economico, associazioni e professioni; l’obiettivo è di “trattenere l’acqua quando è disponibile per poterla utilizzare al bisogno”. 

 

Il servizio completo su La Fedeltà di mercoledì 1° novembre