Crf-H1-M-728x90 OK

Ambasciata Usa a Gerusalemme: la svolta di Trump una pietra tombale al processo di pace

Le reazioni palestinesi, le prime voci dei cristiani, e la preoccupazione della comunità internazionale. L'appello di Papa Francesco al termine dell'udienza generale

L’annuncio ufficiale è atteso per oggi, 6 dicembre, ma la notizia è già di dominio pubblico ed è quella che i palestinesi, e la comunità internazionale, temevano: il presidente Usa, Donald Trump, sposterà l’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme. A poco serve la proroga che lascerà la rappresentanza diplomatica almeno per un altro semestre a Tel Aviv.

Come è noto lo status di Gerusalemme è quello di una città contesa e la sua rilevanza per le tre grandi religioni monoteiste, Cristianesimo, Ebraismo e Islam, complica non poco i negoziati per una soluzione del conflitto israelo-palestinese. La parte orientale, che include il Muro del pianto e la Spianata delle moschee, dove si trovano la Cupola della Roccia e la moschea di al Aqsa, luoghi sacri per i musulmani, fu conquistata da Israele durante la guerra dei Sei giorni, nel giugno del 1967. Da allora la maggior parte dei Paesi membri delle Nazioni Unite non riconoscono ad Israele l’annessione di Gerusalemme Est, né riconoscono Gerusalemme come capitale. Per questo motivo la maggior parte delle ambasciate estere in Israele hanno come sede Tel Aviv... Continua a leggere...

Dimar La Fedeltà istituzionale 728x90