Dieci milioni di euro dalla Regione per mettere a posto gli ospedali dell’Asl Cn1

L’assessore Antonio Saitta annuncia il Piano di edilizia sanitaria. La spesa complessiva per Savigliano, Fossano e Saluzzo è di 53,7 milioni di euro. La parte mancante verrà coperta con risorse dell’Asl e con un mutuo

Dieci milioni di euro. Sono le risorse che la Regione Piemonte mette sul piatto nel 2018 per il rafforzamento e l’ammodernamento degli ospedali di Savigliano, Saluzzo e Fossano. Era la mossa che ci si attendeva dopo il no pronunciato dall’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta all’ospedale unico di Lagnasco. È arrivata martedì 12 dicembre con l’annuncio dell’assessore a palazzo Lascaris, nel corso di una seduta dedicata al tema. 

I dieci milioni sono parte di un investimento molto più sostanzioso - di 1,5 miliardi di euro - che la Regione effettuerà sull’edilizia sanitaria in Piemonte: un piano che arriva dopo molti anni di “carestia”, per la necessità di adempiere agli obblighi previsti dal Piano di rientro, ora finalmente alle spalle. 

La spesa complessiva per i tre ospedali ammonta a 53,7 milioni di euro (di cui 39 per Savigliano, 7,5 per Saluzzo e 6,2 per Fossano). Le risorse mancanti verranno coperte dall'Asl con un mutuo e attraverso la sua capacità di autofinanziamento (circa 3 milioni di euro l’anno). 

Articolo completo su "La Fedeltà" di mercoledì 20 dicembre