Crf-H1-M-728x90 OK

Derio Olivero sulla rivista “Credere”

Il settimanale dei Paolini dedica un ampio servizio al nuovo vescovo di Pinerolo

“Continua a rigirare intorno al dito l’anello episcopale, come un giovane sposo che non si sia ancora abituato alla fede nuziale...”.  È l’inizio dell’articolo che la rivista dei Paolini “Credere - La gioia della fede”, nel primo numero di gennaio, dedica a mons. Derio Olivero, fossanese, dall’ottobre scorso vescovo di Pinerolo. Sei pagine, più la copertina, in cui il giornalista Giovanni Ferrò traccia un ritratto a tutto tondo della personalità di don Derio, così come in tanti l’hanno conosciuta in questi anni a Fossano, e delle iniziative che ha lanciato in diocesi. La fede come ricerca continua (che è anche il titolo dell’articolo), l’iniziazione al rito cristiano attraverso linguaggi che parlano alla totalità dell’uomo e non solo alla testa, la passione per l’arte e per la montagna, la necessità dell’ascolto (soprattutto dei giovani) al centro del ministero pastorale di un vescovo... sono alcuni dei temi che il servizio passa in rassegna.

Ad accompagnare le parole ci sono le belle foto di Matteo Montaldo che rendono bene lo stile di don Derio (così continuano a chiamarlo), “un prete semplice, vissuto sempre a contatto con la comunità cristiana che gli era stata affidata. O, come direbbe papa Francesco, un pastore con l’odore delle pecore addosso”. Sì, perché, confessa don Derio a conclusione dell’articolo, “voglio restare una persona, con le sue fragilità e le sue passioni, non trasformarmi in un funzionario vuoto”.