Gli orti di Padre Aurelio

Sacerdote cuneese, ha creato un interessante sistema integrato economico e sociale nella Repubblica Centorafricana, uno dei Paesi più poveri della terra 

L’hanno chiamata “La fiera della speranza”: è una fiera agricola che si svolge a fine gennaio a Bozoum, nell’Ovest della Repubblica Centrafricana. Arrivano contadini da villaggi lontani, con i loro prodotti della terra (fagioli, mais, arachidi, miglio, mango, riso...) e per tre giorni è mercato ma anche festa, come sanno fare festa gli africani, con i loro colori, i loro balli e la loro capacità di esprimere gioia. A fare festa con loro quest’anno c’era anche una fossanese, Chiara Bombara con il marito Paolo Silvestro, che da anni trascorre almeno un mese nella missione dell’amico padre carmelitano Aurelio Gazzera, cuneese anche lui.

Abbiamo incontrato Chiara e Paolo al loro ritorno dal viaggio a Bozoum.

Su La Fedeltà di mercoledì 14 febbraio 2018 il racconto dell’importante lavoro di padre Aurelio