Fiera del vitello grasso nel solco della tradizione

La manifestazione si terrà mercoledì 21 marzo; a metà mattina è prevista la distribuzione delle trippe a cura di Borgo Romanisio. Tra le novità la presenza delle “quote rosa” nella giuria della Piemontese

Due settimane prima di Pasqua Fossano celebra una delle sue più belle tradizioni, la Fiera del vitello grasso; una manifestazione che affonda le radici nel lontano 1925 e che quest’anno è alla 91ª edizione (i conti non tornano, ma di mezzo c’è stata la sospensione di due anni a causa del 2° conflitto mondiale). Una Fiera dedicata a una delle eccellenze del “Made in Italy - la carne di razza Piemontese.

Quest’anno la Fiera si tiene mercoledì 21 marzo. A metà mattina Borgo Romanisio distribuirà le trippe fumanti cucinate dagli stessi volontari della Pro loco, per sottolineare la tradizione: allevatori e macellai non mancavano di passare in osteria per mangiare un bel piatto di trippe.

Per la prima volta faranno il loro ingresso in Giuria due donne: si tratta di una giovane margara e di una esperta di razza nazionale. I loro nomi, per ovvie ragioni, sono top secret prima della fiera”. In occasione della Fiera del vitello grasso, l’associazione commercianti ha invitato i ristoratori del Fossanese a inserire nel menù alcuni piatti basati sulla carne piemontese.

 

Il servizio completo su La Fedeltà di mercoledì 14 marzo 2018