Danilo Paparelli si aggiudica la targa “Libri da gustare 2018”

Con “Più fumetto che arrosto”, edito da Nerosubianco, biografie e ritratti dei più celebri chef stellati arriva l'ambito riconoscimento

Un paio di mesi fa ha ricevuto la comunicazione ufficiale che gli diceva che era tra gli otto finalisti di “Libri da gustare 2018” iniziativa dedicata all'editoria enogastronomica e di territorio e promossa dall’associazione Ristoranti della Tavolozza e dal Casinò di Sanremo; venerdì 13 aprile proprio al Casinò sarà premiato con la prestigiosa targa.

Stiamo parlando di  Danilo Paparelli che, con “Più fumetto che arrosto” - biografie e ritratti dei più famosi chef stellati (Nerosubianco), per la sezione “Cibo in letteratura” ha concorso all’appuntamento letterario giunto alla XXI edizione.

La commissione, formata da giornalisti, chef, librai e semplici gourmet, ha decretato i finalisti e nel mese di aprile assegnerà gli ambiti riconoscimenti.

Due le sezioni in concorso (Cultura del cibo e il Cibo in letteratura) e otto i libri selezionati dalla giuria.

“Libri da gustare” armonizza letteratura ed eccellenze gastronomiche. Un filone che sta riscuotendo grande attenzione nel pubblico, con forti implicazioni turistiche.La cultura del buon cibo è sinonimo di rispetto e promozione dei diversi territori con le loro tipicità; un valore che si rinnova e che va preservato.

Il libro di Paparelli non può meritare riconoscimento migliore perché, in effetti, è autenticamente “da gustare”; leggendolo viene sovente l’acquolina in bocca.

Servizio completo su “La Fedeltà” di mercoledì 11 aprile.