La guerra in casa

Silvio Pagliero, Monica Dogliani e Ughetta Biancotto insieme per raccontare gli anni della guerra a Sant'Albano Stura e nel Fossanese

Educare alla sensibilità della memoria, far conoscere i suoi luoghi, ricordare i giovani eroi che in nome della libertà hanno sacrificato le loro vite sono i primi passi da muovere per combattere superficialità e indifferenza rispetto alla tematica, offrendo all'interlocutore, e alle giovani leve in particolare, gli strumenti necessari per comprendere capitoli di Storia difficili, benché non distanti da noi. È il caso della seconda guerra mondiale e della Resistenza partigiana nelle vallate cuneesi e in pianura.

E così l'associazione Liberamente, in collaborazione con ANPI Cuneo e in sinergia con l'amministrazione comunale, anticipando l'iniziativa “Camminando Liberi” in programma la mattina del 25 aprile che, in un percorso di 12 km tra Bene Vagienna, Trinità e Sant'Albano, toccherà i punti in cui gli eroi partigiani sono stati catturati e uccisi e dove si apporrà un cippo in loro memoria, giovedì 20 presso il salone delle scuole medie, ha organizzato una serata dedicata ai personaggi e agli eventi che hanno caratterizzato il periodo della Resistenza a Sant’Albano e nel Fossanese.

Dopo il saluto di Giancarlo Vissio, presidente di Liberamente, la parola passa a Ughetta Biancotto, presidente ANPI Cuneo, Silvio Pagliero appassionato di storia locale e Monica Dogliani scrittrice.

 

Servizio completo su “La Fedeltà” di mercoledì  25 aprile.