Allerta fiumi, nel Fossanese la situazione è sotto controllo

Il livello dell’acqua, dopo una veloce impennata, si è stabilizzato nel tardo pomeriggio di venerdì

Le abbondanti e continue precipitazioni di queste ore hanno elevato il livello di attenzione sul rischio esondazione dei fiumi nel Cuneese. La situazione più preoccupante è nell’alta Val Tanaro contrassegnata dall’allerta arancione. È gialla, invece, su pianura del cuneese, valli Varaita, Maira e Stura di Demonte e sulla pianura torinese per il transito della piena ordinaria del Po. Nel Fossanese - assicurano dall’Ufficio Ambiente -  la situazione è sotto controllo. Il livello dell’acqua, dopo un’impennata nella prima parte di venerdì, si è stabilizzato nel tardo pomeriggio. A Mellea, nel tratto che nel 2008 era esondato in profondità nelle campagne circostanti, gli argini realizzati con l’intervento dell’Aipo garantiscono adeguata sicurezza. Idem a Centallo, nei pressi del ponte di via Busca. A San Lazzaro è chiusa da venerdì mattina la centrale idroelettrica per l’attivazione in automatico dei sistemi di sicurezza che ne bloccano il funzionamento se il livello e la portata salgono oltre i limiti. Intanto, il monitoraggio continua anche tramite le informazioni tratte dagli idrometri e dai pluviometri di riferimento collocati nelle Valli Stura, Grana, Gesso e Vermenagna. In attesa che ritorni il bel tempo.