Le nuvole negli acquerelli di Sergey Temerev a Mondovì

Ppresso la saletta espositiva del bar gelateria "Lurisia" di Mondovì

Dall'otto maggio scorso, ed ancora per pochissimi giorni, presso la saletta espositiva del bar gelateria "Lurisia" di Mondovì si possono ammirare  una dozzina di incomparabili acquerelli dell'artista russo Sergey Temerev che, nel contesto dell'iniziativa "L'Acquerello Internazionale" (iniziativa nata al seguito di "Fabriano in Acquerello";  da quest’anno, infatti, Mondovì è stata inserita tra i centri italiani che ospiteranno tale manifestazione, al seguito, appunto, di “Fabriano in Acquerello”, una tra le più importanti manifestazioni al mondo legate all’arte del “pigmento e acqua”.

Tutto questo è stato possibile per l'interessamento e l'azione di Roberto Andreoli (Che a "Fabriano in Acquerello" partecipa come invitato da diversi anni e che è presente in tutte le più importanti iniziative del settore a livello internazionale) e per la disponibilità e l'entusiastica collaborazione di Tonino Marenco  (titolare del bar/gelateria "Lurisia") e della moglie Lucia Curti ( lei pure brava acquerellista e presidente dell'associazione "Le signore della pittura").

Proprio in questo contesto è arrivato a Mondovì Sergey Temerev, artista russo di fama internazionale tra i più significativi nel campo dell’Acquerello. Egli è Membro dell'Unione degli artisti della Russia, Società di acquerelli di San Pietroburgo e Società Acquerello tedesca. Vanta un curriculum d’insegnamento come professore presso Istituto di pittura, scultura e architettura di Leningrado, Academy of Arts dell'URSS, facoltà di architettura, scuola d'arte secondaria BV Johanson e all'Istituto IE Repin Academy of Arts dell'URSS.

La bravura dell'artista non si può raccontare e la visione di questi suoi lavori lasciano il visitatore veramente ammirato che davanti ai suoi lavori viene veramente soggiogato dai risultati sorprendenti che Temereve sa trarre lavorando con la difficile tecnica dell'acquerello.