Terreni di via Soracco, la Regione è pronta a venire a patti con Iris

Erano destinati al nuovo ospedale riabilitativo mai costruito. Ora potrebbero servire per strutture socio-sanitarie

La vertenza tra Regione e Iris sui terreni di via Mons. Soracco a Fossano è stata al centro del dibattito martedì 8 maggio in Consiglio regionale. Sono quelli su cui sarebbe dovuto sorgere il nuovo Polo di riabilitazione prima che la Regione sospendesse e poi cancellasse l’Accordo, per lo scorno della Società privata che vi aveva già investito delle risorse. 

L’assemblea ha infatti discusso e approvato, con modifiche, un ordine del giorno del consigliere Franco Graglia (Forza Italia) che impegna la Giunta Chiamparino “ad assumere tutte le iniziative necessarie al fine di evitare che la Regione e/o l’Asl vengano condannate, in particolare attivando, nelle forme possibili ed opportune, la verifica della possibilità di transare la vertenza in sede stragiudiziale”.

Per Graglia è “un risultato importante per Fossano”. Perché apre la strada alla possibilità di riutilizzare quei terreni a fini sanitari.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 16 maggio