Quella ragnatela che avvolge il verde dei nostri giardini…

L’«Ifantria americana» quest’anno è particolarmente diffusa a causa dell’inverno mite e della primavera umida

I rami della pianta vengono avvolti in una sorta di ragnatela; all’interno trovano riparo e si nutrono le larve dell’«Ifantria americana» o «Hyphantria cunea», un lepidottero defogliatore che, quand’è allo stadio larvale, assomiglia molto alla Processionaria. Spesso, se non si è intervenuti preventivamente, l’unico rimedio è quello di tagliare i rami avvolti dalla ragnatela bruciandoli. “Agli agricoltori noi consigliamo di trattare le larve, per distruggerle quando sono molto piccole. Quando si è già in presenza della ragnatela occorre irrorare bene all’interno della stessa per raggiungere la larva”.

L’infestazione registrata in questo periodo sarebbe da ricondurre all’inverno relativamente mite e all’elevata umidità primaverile: la diffusione del lepidottero si contiene infatti in modo naturale con la bassa umidità e le basse temperature; il freddo invernale è in grado di eliminare le crisalidi non ben protette.

 

Il servizio completo su la Fedeltà di mercoledì 18 luglio 2018