Crf-H1-M-728x90 OK

“Non possiamo permettere che i mari e gli oceani si riempiano di distese di plastica galleggiante”

Dedicato al tema dell’acqua il messaggio di Papa Francesco per la celebrazione della 4ª Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato

“Prendersi cura delle fonti e dei bacini idrici è un imperativo urgente”. Perché l’acqua è un bene essenziale il cui accesso però viene negato a troppe persone nel mondo. Perché gli oceani si sono riempiti di immense distese di plastica e perché il mare è diventato luogo di separazione e di morte per chi “rischia la vita sulle onde in cerca di un futuro migliore”. Al tema dell’acqua, Papa Francesco dedica quest’anno il messaggio per la celebrazione della 4ª Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, che la Chiesa cattolica ha celebrato sabato 1° settembre, in unione con i fratelli e le sorelle ortodossi e con l’adesione di altre Chiese e Comunità cristiane. Sul sagrato della basilica superiore di san Francesco d’Assisi si è tenuta la prima preghiera ecumenica per il Creato, segno di una preoccupazione condivisa tra le Chiese ed è stata letta una dichiarazione congiunta che verrà portata in pellegrinaggio in Polonia e consegnata ai leader di governo che parteciperanno alla Cop24.

Il Papa della «Laudato si’» si unisce ai leader cristiani per chiedere “uno sguardo che vada oltre l’immediato”, ... continua a leggere