Inquinamento nei terreni dell’ex discarica: la Provincia chiede a Salmour di rettificare

Il presidente Borgna: “L’ordinanza di bonifica solo se si trova il responsabile”

Non si è fatta attendere la risposta della Provincia alla diffida ricevuta dal Comune di Salmour.  

L’Amministrazione Sineo, in seguito al ritrovamento da parte dell’Arpa del cromo esavalente nel terreno che dovrebbe ospitare il nuovo impianto della Gea, aveva inoltrato una diffida alla Provincia con la richiesta di “bonifica immediata del sito da parte del proprietario dell’area” e un esposto alla Procura per “verificare se tutto sia stato gestito in modo corretto”. 

“La Provincia sta eseguendo indagini per identificare il responsabile dell’inquinamento” precisa il presidente della Provincia Federico Borgna che precisa:“finché non sarà individuato non sarà possibile emettere l’ordinanza di bonifica come supportato da ampia giurisprudenza”. 

Il presidente della Provincia chiede inoltre “al Comune di Salmour di rivalutare le dichiarazioni contenute nella nota inviata alla Procura e di rettificare quanto erroneamente affermato nella stessa”.

Articolo su la Fedeltà in edicola mercoledì 19 settembre