Crf-H1-M-728x90 OK

Quando basterà una app per i nostri viaggi

Convegno a Torino: così la Regione sta rivoluzionando il trasporto pubblico locale

Un passo in avanti verso il MaaS o “Mobilità come servizio”, ovvero quel “nuovo concetto di mobilità” che, secondo i suoi fautori, “deve consentire ai cittadini di accedere in modo semplice ed immediato, anche dal proprio smartphone, a tutti i servizi di mobilità disponibili per raggiungere una certa destinazione”. Nei giorni scorsi, a Torino si è svolto il convegno “Dal ticketing al Maas per una mobilità più sostenibile”, organizzato dalla Regione e dalla società 5T nell’ambito della manifestazione “Future mobility week”.

L’appuntamento, spiegano gli organizzatori, “ha rappresentato una delle prime occasioni pubbliche di livello nazionale per riflettere sull’evoluzione degli attuali sistemi di bigliettazione elettronica verso il MaaS, che  si sta proponendo come una rivoluzionaria opportunità per ridefinire il sistema regionale dei trasporti”. In particolare, si è parlato del progetto BIPforMaas, “il cui obiettivo sarà quello di creare le condizioni per la nascita di un «ecosistema MaaS», a favore di una mobilità più sostenibile e accessibile per tutti i cittadini piemontesi”.

Il Maas darà la possibilità di visionare i mezzi di trasporto disponibili per una certa destinazione “attraverso un’unica applicazione” ed eventualmente pagare i relativi costi per il viaggio “attraverso un unico strumento di pagamento”; con questo nuovo approccio si punta a “favorire scelte di mobilità sostenibile alternative all’auto privata, dal bus al treno, dal bike sharing al car sharing e al taxi”. Per chi voglia percorrere un certo itinerario senza servirsi della propria auto, basterà insomma un’applicazione sul proprio smartphone che permetterà di pianificare interamente il viaggio, sia per quanto riguarda i mezzi da utilizzare (ad esempio: prima il treno, poi il bus e infine eventualmente anche una bicicletta da affittare), sia per quanto riguarda i costi (l’utente disporrà di un “conto mobilità” e potrà usufruire della tariffa più conveniente del sistema tariffario in vigore). Il Piemonte lavora per “realizzare l’«Ecosistema regionale Bip», che integri dall’origine tutti i servizi di Trasporto pubblico regionale e che possa operare con il maggior numero di ulteriori servizi di trasporto”.

Al convegno nel capoluogo piemontese è intervenuto Francesco Balocco, assessore regionale ai Trasporti: “Il Piemonte - ha detto l’ex sindaco di Fossano - è già pronto a raccogliere la sfida grazie al sistema di bigliettazione elettronica Bip, ormai riconosciuto come best practice a livello europeo, con l’avvio del nuovo progetto regionale BIPforMaaS, che intende creare le condizioni per la nascita di un «ecosistema MaaS a beneficio di tutti i cittadini piemontesi. Con la sperimentazione già in atto, a Cuneo ed Asti, del nuovo modello tariffario, si arriverà presto all’integrazione tariffaria, al superamento del vincolo origine-destinazione tipico degli abbonamenti classici, al post payment con l’applicazione a posteriori sempre della tariffa più conveniente”.