Crf-H1-M-728x90 OK

“Tutto sbagliato”, è Folle d’oro 2018

Consegnati anche il Folle d'artista, d'autore e il premio Aldo Nicolaj

La decima edizione del Folle d'oro, organizzato dalla compagnia fossanese di teatro non professionistico La Corte dei Folli, è andato allo spettacolo "Tutto sbagliato" della Compagnia dell'Anello di Forlì. Mattinata di premiazione che si è svolta nella chiesa-teatro dei Battuti bianchi, in cui sono stati assegnati anche il premio alla miglior regia, sceneggiatura, allestimento, attore e attrice protagonista e non. Ma anche i premi Folle d'autore e Folle d'artista. Nella stessa giornata il premio "Aldo Nicolaj" all'attrice fossanese Giulia Odetto.

Tutti i premiati

A portarsi a casa il premio “Giovanni Mellano” per il miglior spettacolo "Tutto sbagliato", di Francesco Lezza che ne firma anche la regia con Simone Bombardi. Premio a una pièce “brillante, divertente, intelligente, una messa in scena dinamica e perfettamente funzionale al testo. Cast con ottime individualità che, diretto nel rispetto di serrati tempi teatrali, ha affrontato con eleganza e maestria la difficile ‘arte di far ridere’”. La giuria tecnica ha deciso di conferire allo stesso spettacolo anche il premio per la miglior regia e per il miglior allestimento. Non solo, perché Tutto sbagliato, si è portato a casa anche il premio del pubblico con un punteggio di gradimento di 9,35 e il premio della giuria giovani. Il premio come miglior attore protagonista è andato a Claudio Pesaresi (Sei personaggi in cerca di autore); la migliore attrice è stata Rossana Bonafede (Una sola storia). Miglior attore non protagonista invece Massimo Raele di Uomo e galantuomo, dello stesso spettacolo anche il premio alla miglior attrice non protagonista ovvero Giusy Nigro. Il premio Uilt Piemonte è andato a Una sola storia, mentre un premio speciale è stato conferito a Lorenzo Corengia per Tre giorni a Beslan. Premio “speciale”, anche al miglior “tutto fare”, Gianfranco Sarotto e un premio come amico della Corte di Folli al maestro Paolo Serrau.

Per il Folle d’artista, vince Valentina Mucci con Intrappolata (compagnia Teatranti quanto basta, di Calci, Pistoia). A portarsi a casa il Folle d’autore è stata invece Eva Gaudenzi col testo Parto. A Giulia Odetto il premio “Aldo Nicolaj”.

Ci sono molti motivi di soddisfazione - ha detto Gianfranco Mondino, presidente della Fondazione Crf -. Per l’alto valore degli spettacoli presentati, ma anche perché i contributi alla cultura sono costanti e importanti merito di una banca sana grazie a fossanesi e non solo che credono in essa, che permette alla Fondazione di essere generosa per sostenere manifestazioni meritorie come questa”. “L’essenziale è invisibile agli occhi - ha detto l’assessore alla Cultura, Paolo Cortese, citando il capolavoro di Saint-Exupery -. In tempi di semplificazione dei linguaggi e impoverimento e rarefazione dei pensieri, c’è un grande bisogno di parola scritta e di teatro”.

Articolo completo su La Fedeltà del 14 novembre 2018