Crf-H1-M-728x90 OK

Celebrazioni di fine anno in Cattedrale e a Cussanio

Le messe di fine anno e del 1° gennaio; proposte per un Natale solidale

Siamo nel pieno della novena natalizia, il tempo di attesa che va dal 16 al 24 dicembre, in cui la Chiesa propone testi, canti, invocazioni e rappresentazioni che vogliono aiutare i fedeli a prepararsi spiritualmente alla festa della nascita di Gesù. La cui memoria, per antica tradizione (già attestata a Roma alla fine del secondo secolo d.C.) si celebra il 25 dicembre. La liturgia del giorno di questa solennità è particolarmente ricca perché prevede tre “tipologie” di messe (più quella della vigilia), a seconda del momento in cui vengono celebrate: c’è la messa della notte, la sera del 24, a volte preceduta da rappresentazioni natalizie che spesso vedono protagonisti i bambini; e poi ci sono la messa dell’aurora e quella del giorno. In tutte le chiese della cristianità si celebrano solenni liturgie durante il tempo di Natale, di seguito riportiamo quelle della Cattedrale, chiesa madre della diocesi, e del Santuario di Cussanio.

In Cattedrale il giorno di Natale celebra il vescovo Delbosco

La Cattedrale festeggia la Natività del Signore con grande solennità: il 24 dicembre la notte di Natale, alle 23,15 recita “E vennero i pastori...”, con i ragazzi dell’Acr e del catechismo; a mezzanotte la solenne celebrazione presieduta dal parroco don Ezio Bodino; il giorno successivo, martedì
25 dicembre, messe con orario festivo: alle 8 la messa del mattino di Natale, alle 10,30 il solenne pontificale presieduto dal vescovo mons. Piero Delbosco, a seguire la messa delle 11,45, alle 18 la messa della sera di Natale. Il 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, messe con orario 8 - 10,30 - 18; lunedì 31 dicembre alle 18, verrà cantato il “Te Deum” di ringraziamento, alle 18,30 la messa. Infine martedì 1° gennaio, solennità della Madre di Dio e Giornata mondiale della pace, le messe vengono celebrate con orario 8 - 11,45 - 18; alle 17,15 preghiera d’intercessione per chiedere la pace nel mondo.

La Natività al Santuario di Cussanio

La messa della notte di Natale verrà celebrata il 24 dicembre alle 22 (e non a mezzanotte); martedì 25 dicembre, solennità della Natività di Cristo, le messe saranno celebrate con orario 9,30 - 11 - 17,30; mercoledì 26 dicembre, festa di Santo Stefano, messa alle 18,30; infine lunedì 31 dicembre alle 18, “Te Deum” di ringraziamento e celebrazione eucaristica.

I sacerdoti sono disponibili per il sacramento della riconciliazione in Santuario sabato 22 dicembre (dalle 16 alle 18) e domenica 23 dicembre (dalle 9 alle 11,30)

Per vivere la solidarietà

Vivere responsabilmente la nascita di Gesù significa celebrare l’amore di Dio per ogni uomo e ogni donna e decidersi a fare della solidarietà lo stile della propria vita. Le possibilità sono innumerevoli perché le forme di povertà e i bisogni sono davvero tante, nelle nostre piccole-grandi comunità, nel nostro Paese e nel mondo intero.

Rimandiamo a due opportunità che sono indicate dalla diocesi di Fossano. La prima è “Sos lavoro”, progetto proposto dalla Caritas diocesana che si concentra proprio sull’emergenza lavoro. Se sei una persona sensibile alle problematiche sociali, se sei un imprenditore, un piccolo artigiano, il titolare di un’attività commerciale che vuole offrire un’opportunità di lavoro fatti avanti in parrocchia o contatta direttamente la sede della Caritas (in via Vescovado 12 a Fossano, aperta lunedì, mercoledì e venerdì, ore 8,30 - 12,30, tel. 0172.636264, e-mail caritasfossano@gmail.com). Si può anche effettuare un versamento alla Diocesi di Fossano utilizzando l’iban: IT 29 T 06170 46320 00000 1603189.

La seconda opportunità è il “progetto solidarietà” che il missionario fossanese Luigi Bruno ha attivato da alcuni anni con e per le comunità della parrocchia di San Simone, nella periferia di Rio de Janeiro, per rispondere alle tante emergenze. Chi desidera sostenerlo, può rivolgersi all’Ufficio missionario diocesano, aperto nella sede Caritas (orari sopra) dove troverà informazioni anche sulle adozioni a distanza, oppure versare direttamente sul conto corrente bancario di padre Bruno Iban IT 86 M 03069 46323 100000011754 causale “progetto solidarietà”.

Mirabilia-H2-M-728x90 Giugno