Crf-H1-M-728x90 OK

Sordella si ritira

Il Centrosinistra dovrà studiare un “Piano B”

Davide Sordella non si ripresenterà alle elezioni amministrative. La sua avventura da sindaco si chiuderà il 26 maggio. Lo ha comunicato ufficialmente giovedì sera alla sua maggioranza di Centro-sinistra. Ragioni di carattere personale e familiare avrebbero motivato la sua scelta, vista la difficoltà crescente di dividersi tra due città - Fossano e Milano - con la propria famiglia.

"È ovvio che mi piacerebbe poter vedere completati i tanti cantieri in corso che hanno richiesto molto impegno e fatica da parte di molte persone - ha scritto questa mattina Davide Sordella sulla propria pagina Facebook -; in questo senso ringrazio per la fiducia e la stima quanti mi hanno chiesto di proseguire, ma motivi di famiglia che sono sopraggiunti (mi permetto di condividere un inciso: motivi che hanno stravolto in modo meraviglioso ed inaspettato la mia vita) mi impediscono, anche per distanze fisiche, di potermi dedicare completamente alla nostra Città nei prossimi anni così come si merita e credo sia importante essere molto schietti su questo aspetto. Vi assicuro che ce l’ho messa tutta per cercare di essere all’altezza dell’onore di essere stato scelto da voi come sindaco di questa Città e di questa opportunità che ho cercato di svolgere facendo meno errori possibili e mettendo a disposizione il massimo delle mie capacità. Di questo vi sarò sempre grato".

Una decisione al riguardo - in un senso o nell’altro - era stata sollecitata da tempo, sin dall’inizio di dicembre, dalla sua maggioranza. Ma il sindaco uscente l’aveva rimandata più volte ingenerando il sospetto che si trattasse di pretattica per meglio lanciare la propria campagna elettorale. Non era così. Ora il Centro-sinistra dovrà studiare un “Piano B” e indicare il nome del suo successore. "L’obiettivo - spiega Stefano Gemello, coordinatore cittadino del Pd - è trovare una figura unitaria, in grado se possibile di allargare i confini dell’attuale maggioranza”.

I nomi che corrono in queste ore sono quelli di due assessori della Giunta Sordella: Paolo Cortese, assessore all’Ambiente, del Pd, e Cristina Ballario, assessore alle Attività produttive, proveniente dalla lista civica “100 lampadine”. Il rischio (per il Centro-sinistra) è che non si arrivi a una composizione unitaria.

"Ci sono, per fortuna, molte persone che hanno a cuore la nostra Città e sono disponibili ad impegnarsi in diverse istituzioni ed ambiti, come ho avuto modo di constatare personalmente in questi anni - conclude Sordella nel suo commento -. In questo senso, nei prossimi giorni l’attuale maggioranza esprimerà le proprie scelte per le prossime elezioni. Assicuro ovviamente, insieme a tutta la squadra eletta dai cittadini, il massimo sforzo in questo tempo conclusivo dell’attuale Amministrazione per dare delle risposte concrete a quanto ancora in corso e alle legittime richieste dei cittadini. Quindi pancia a terra e a lavorare che ci aspettano ancora mesi di grande impegno".