Banner AD1 M Crf

Corso “mamma e figlia”

"Il corpo racconta", un laboratorio interattivo proposto dall'Ufficio di pastorale famigliare della diocesi

Torna a Fossano, proposto dall' Ufficio di pastorale famigliare diocesano, "Il corpo racconta" iniziativa di formazione e condivisione profonda per le mamme e le loro figlie alla soglia della pubertà. Più noto come "corso mamma e figlia", nato alcuni anni fa in Svizzera, non è una lezione di educazione sessuale, ma una vera e propria esperienza personale, un'occasione di riflessione e, perché no, di crescita. Si tratta di laboratori interattivi in cui le coppie di madri e ragazze sono guidate alla scoperta, che non è solo conoscenza, della corporeità femminile, in un'ottica valoriale che dona un senso altro al mistero della fertilità femminile, al dono della sessualità e affettività della donna. Gli incontri si rivolgono alle ragazze in prossimità dello sviluppo (10 -12 anni) ed alle loro madri, invitate a fermarsi intorno ad un tavolo, con altre coppie: i laboratori de "il corpo racconta " sono infatti svolti in gruppo (da un minimo di 6 coppie ad un massimo di 8). Chi ha partecipato in passato ha poi restituito il ricordo di un'esperienza di condivisione delicata ed arricchente, in cui si sono sentite a loro agio, messe in condizione di affrontare per la prima volta con la propria figlia (e con la propria madre) tematiche sulle quali sembrava difficile aprire il dialogo, iniziare a confrontarsi.

Il corso mamma e figlia è in programma nel week end 16 e 17 marzo, a Fossano, nei locali del centro diurno Santa Chiara (in via Villafalletto 24).

Si articola in due momenti: un primo incontro nel pomeriggio del sabato (indicativamente dalle 15 alle 18) ed un secondo nella mattina di domenica (dalle 9 alle 12). A guidare le partecipanti in questa esperienza saranno le formatrici Anna Demagistris e Renata Ferrero. Per partecipare è necessaria l’iscrizione telefonando nelle ore serali al numero 338.1087077 (Margherita) entro giovedì 28 febbraio.