Crf-H1-M-728x90 OK

Una grande mostra per Maria Rosa Ravera Aira a Saluzzo

La rassegna aperta ancora fino a domenica 7 aprile.

Si è inaugurata lo scorso 2 marzo, negli spazi espositivi al primo piano de La Castiglia, la mostra antologica dedicata alla pittrice Maria Rosa Ravera Aira,  pittrice di origini saviglianesi dove è nata nel 1924 ma da tempo, era il 1978, trasferitasi a Busca.

La rassegna della brava artista, decana degli artisti cuneesi dopo la scomparsa di Francesco Franco, è stata , organizzata dall’Associazione culturale Carlo Sismonda onlus – Centro studi per la valorizzazione degli artisti della provincia di Cuneo, creata dagli amici di questo artista a Racconigi e questa rassegna è stata  curata da Anna Cavallera.

In mostra è possibile vedere  un centinaio di opere dell’artista, he sono state organizzate  in base alle tematiche che l'artista ha sviluppato (ha trattato indifferentemente la figura, il paesaggio e, sopratutto la composizione floreale e la natura morta) e alle tecniche utilizzate,(si è cimentata con l'acquerello e con l'olio, la china, i disegni con grafite e pastelli, senza dimenticate la ceramica colorata).
Ho avuto occasione di incontrare per la prima volta l'espressività tutta figurativamente tradizionale di questa bravissima artista tanti anni addietro in una mostra saviglianese e, molto più recentemente, in una mostra  a Cuneo in palazzo Samone.

La rassegna saluzzese, aperta ancora fino a domenica 7 aprile è la conferma e la testimonianza come sia stata intesa nel cuneese la "bonne peinture", a riprova di come possano coniugarsi emozioni e tecnica.

La mostra sarà visitabile ancora sino a domenica , giovedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18; la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19.